Luna Park - Francesca Sifola

Vai ai contenuti

Menu principale:

Romanzi
Premio Il nuovo Fata Morgana 2004

Raccolta di racconti brevi

Pubblicato: 1a ed. 2002
                    2a ed. 2017

Disponibile: Amazon
Luna Park

   Luna Park è un testo che nasce dall’osservazione della realtà quotidiana, dall’incontro dell’immaginario dello scrittore con la realtà che lo circonda. L’indagine narrativo-psicologica è affidata principalmente all’ironia che funge da lente d’ingrandimento del nostro sé. La psiche è sede di desideri, pulsioni e sogni che messi in contatto con la barriera della realtà generano piccole o grandi patologie, ma lei c’è e si fa sentire e il rimandarla giù è un espediente che può solo rimandare l’apparire del problema. Si difende da una specie di sabotaggio, mantenendo una propria autonomia, parla un idioma specifico, generando campanelli d’allarme che vogliono avere la volontà di svegliare l’individuo per aprire una strada diversa da percorrere, quella in sintonia con i suoi desideri e i suoi sogni, con la vera natura della sua psiche, della sua anima. Il nostro bene più prezioso ci scappa di mano, facendoci creare identità che non corrispondono a quella reale e che coprono la nostra paura di andare a stanare quella vera. Eppure in un angolo del subconscio l’uomo sente che il portarla a galla potrebbe aprirgli le porte per recuperare una specie di pace perduta, ma il viaggio a cavallo tra l’essere e l’apparire, tra ciò che è interiore ed esteriore gli risulta estremamente faticoso. Il potere dell’immagine da cui viene bombardato da ogni angolo, lo risucchia in una preoccupazione scandita da azioni ripetitive per mostrarlo in modo indefettibile agli altri e non per aprire il varco alla domanda: “Cosa voglio io per me stesso?”
|
|
|
|
|
|
|
|
|
francescasifola@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu