Francesca Sifola

Vai ai contenuti
è disponibile su Amazon
(ebook) - (libro)
____________________________________________________________________________________________
Dietro le spalle

Tutto quello che non vorremmo ci venisse fatto è già accaduto senza che noi ce ne fossimo accorti!": questa potrebbe essere la sintesi o la parafrasi del giallo di Francesca Sifola che, attraverso le azioni e gli interrogativi di un impiegato dell'Anagrafe, Andrea Gatto, percorre gli usi, i costumi, le abitudini mentali, non sempre limpide, della nostra epoca.



____________________________________________________________________________________________
La scatola bucata

In un “parco” cittadino, così denominato dall’edilizia mistificatrice della seconda metà del ventesimo secolo, in una realtà senza spazio di un condominio congestionato da rumori, Claudia si trasferisce a vivere o piuttosto “viene trasferita” da Roberto. Siamo negli interni degli anni ottanta, dai soffitti bassi, dai saloni bivani, dagli ingressi minuscoli...


_______________________________________________________________________________
Luna Park

Luna Park è un testo che nasce dall’osservazione della realtà quotidiana, dall’incontro dell’immaginario dello scrittore con la realtà che lo circonda. L’indagine narrativo-psicologica è affidata principalmente all’ironia che funge da lente d’ingrandimento del nostro io. La psiche è sede di desideri, pulsioni e sogni che messi in contatto con la barriera della realtà generano piccole o grandi patologie...



____________________________________________________________________________________________
Scene di scrittura

“Scene di scrittura” propongono molti mondi, attraversati dalla scrittrice, con lo sguardo del prima, del durante, del poi, con la passione e il distacco di un’attrice che si fa regista di se stessa.



____________________________________________________________________________________________
Sogno, storia di Maria Adelaide Piscitelli

Il testo si muove lambendo vari generi letterari: il romanzo storico, la cronaca familiare, il racconto di formazione. E ciò dal momento che la vicenda di Maria Adelaide, ma anche di sua sorella Wanda e della loro madre Dora, s’incunea perfettamente in quella ben più ampia del momento storico che sono chiamate a vivere.



____________________________________________________________________________________________
Tempo senza maschera

Dopo aver scritto vari racconti, finalmente l’autrice napoletana si cimenta col formato letterario del romanzo, l’unico strutturalmente adeguato per tracciare il viaggio interiore, oltre ogni categoria ortodossa di spazio e tempo, del protagonista. La proiezione verso un’era futuribile, postmoderna, costellata da automatismi e condizioni di vita artificiali...



Torna ai contenuti